Borgo San marzanotto
Home Page
Menų Principale
Chi siamo
I temi delle sfilate
Sbandieratori e Musici
Eventi Passati
Multimedia
Prossimi Eventi
Dicono di  noi
Link amici
cookie e privacy
News
Contact Us Form
Vieni con noi
             
 
 
Il primo insediamento di San Marzanotto (Sanctum Marcianum de Rupe Sclavina) risale circa al XII secolo.
In precedenza (875), l'area apparteneva al territorio di Nante, che comprendeva anche Rocca Schiavina ed il Castrum Berengarii (Belangero).
 
La localitā di San Marzanotto appare per la prima volta in un documento ufficiale, col nome di S. Marcianum de Rocha Sclavina (1159), nel diploma con cui Federico Barbarossa concesse al Comune di Asti il dominio di varie localitā.
 
Questi possedimenti, concessi dall'imperatore germanico, erano compresi nel raggio di 10 chilometri dalla cittā di Asti e facevano parte delle "ville veteres Comunis Ast", quaranta localitā che rappresentavano il primo territorio "annesso" dal Comune di Asti nella sua politica espansionistica.
 
Gli abitanti di questi territori erano considerati cittadini Astigiani a tutti gli effetti, e come tali, pagavano un'imposta annua.
Nella prima area, situata oltre il Tanaro, era compreso S. Marzanotto, con Azzano, Montemarzo, Nante (localitā scomparsa, localizzabile nei pressi della cascina S. Secondo, presso il Torrazzo), Mongardino e Belangero.
             
 
Site Map